www.borgodegliartisti.com

“Il Borgo”   arrow

 

ponte borgo nebbia

Bagni di Lucca è stata, specie nel sec.XIX,  punto di incontro della più bella aristocrazia europea che qui veniva non tanto per cercare  benessere  nelle acque termali, quanto piuttosto per trascorrervi periodi più o meno lunghi di spensierata villeggiatura, resa certamente gradevole dalla bellezza del paesaggio e dalle molte occasioni di incontro, di “socializzazione” che intelligentemente venivano loro offerte.

Sale da gioco a disposizione, biblioteche, sale di lettura, pianoforti da noleggiare, maestri di musica, di canto, di pittura, spettacoli di teatro, accademie letterarie e musicali, ventriloqui che incantavano bambini e adulti, pasticcieri e cuochi italiani, francesi, inglesi che offrivano le loro prelibatezze….. Bagni di Lucca, in piena stagione, si inghirlandava di decori, veniva allestito un fastoso palco per i Principi che assistevano ai vari spettacoli che animavano i pomeriggi, le piazze si affollavano di mercati, ovunque era permesso qualsiasi tipo di gioco, il Teatro ed il Casinò si aprivano alle feste ed ai balli serali che si distinguevano per l’elevato tono e per la freschezza delle toilettes delle dame che ne costituivano l’ornamento.

 

A Bagni di Lucca era possibile trascorrere una vacanza piacevole, rilassante e colta. Era il luogo dove, in un’epoca in cui le notizie non viaggiavano veloci come oggi, era offerta occasione di intrecciare dotte conversazioni e scambi di idee, di conoscenza, di abitudini, di gusti anche artistici.

Ebbene l’Associazione “Artisti e Associati” che è un gruppo di persone che ama sì l’arte, ma soprattutto Bagni di Lucca, ha aperto al Ponte a Serraglio alcuni punti di incontro: piccole sale per esposizioni di arte varia (scultura, pittura etc), per mostre fotografiche. Utilizzando alcuni di quei fondi che fino agli anni 50 del sec.XX erano animati e vivi negozi di verdura, di alimentari, di macelleria, hanno dato vita al “Borgo degli Artisti”. Questo Borgo si apre proprio all’ingresso del paese, prima dell’imbocco del ponte che ha dato nome al paese. Un ponte che un tempo aveva un serraglio a difesa. Oggi, grazie a questo gruppo di sensibili e intelligenti persone, il ponte che scavalca il Lima, ha a sua difesa non più serragli e fortificazioni, ma a suo decoro l’arte e l’espressione dell’anima nelle sue varie manifestazioni.

Un ingresso al paese che ricalca quell’intelligente intuizione che ebbe Elisa Baciocchi che volle fare di Bagni di Lucca un luogo dove si curava non solo il corpo, ma soprattutto lo spirito ………